Con un pallone e una favola tutto diventa più semplice

Della bellissima iniziativa “Il cantiere della fantasia” ideata da Panini Editore ne avevamo già parlato qui. Oggi, con un articolo di Francesco Dondi pubblicato sulla Gazzetta di Modena il 18 luglio, parliamo di nuovo delle iniziative a favore dei bimbi e dei centri estivi della Bassa, declinate alla voce “sport” e “fantasia”.

 

Mettici un pallone e tutto sarà più semplice. Racconta una favola o porta la Pimpa e i bambini torneranno a sorridere. Sport e animazione, ingredienti basilari per ogni centro estivo. Ma se il calcio lo vengono ad insegnare gli istruttori dell’Inter Campus insieme ai ragazzi del Sassuolo e l’animazione è affidata, grazie all’intervento della Cosimo Panini Editore, a grandi autori per l’infanzia come possono essere Giusi Quarenghi o Bruno Tognolini allora il successo è assicurato.

Capitano anche queste opportunità nella corsa alla solidarietà. E così da due colossi sportivi ed editoriali sono nate iniziative uniche nel loro genere. L’Inter ha iniziato il corso itinerante la settimana scorsa: tutto è avvenuto senza clamori e in stretta collaborazione con il Sassuolo Calcio e il coordinamento di World Child, Uisp, Csi e Figc. Lo staff di Inter Campus arriverà a visitare 20 paesi della Bassa. Nelle prime giornate di attività, Lorenzo Gironi, Paola Balconi e Lorenzo Forneris, coordinati dal responsabile tecnico Aldo Montinaro, e Christian Papalato del Sassuolo hanno fatto visita a 230 bambini, numero sensibilmente aumentato dopo le tappe a Bomporto, Massa, San Felice, Camposanto e Finale. Il Campus proseguirà fino alla metà di agosto. I piccoli ospiti vengono suddivisi in squadre, si alternano su varie stazioni di gioco e si divertono tanto. E prima di salutarsi ecco le gloriose magliette nerazzurre (ne saranno distribuite almeno 2mila), per immortalare nella memoria un giorno speciale che, ancora una volta, evidenzia la sensibilità del club di Massimo Moratti, già protagonista a L’Aquila nella costruzione di due campi in sintetico per i ragazzi rimasti senza spazi dove giocare.

«Non cerchiamo pubblicità – spiega Aldo Montinaro – Siamo venuti volentieri, speriamo di far divertire i bambini, ma ciò che più mi interessa è dare forza alle associazioni sportive che, anche quando ce ne andremo, resteranno in prima linea per gestire la ripresa dell’attività. A loro va il nostro personale ringraziamento».

Neppure il tempo di fermarsi che l’attività dei centri estivi riparte. Ed ecco entrare letteralmente in scena gli autori e gli illustratori coordinati dalla Panini Editore con il progetto “Il cantiere della fantasia”, ideato dalla presidente Laura Panini. E le mattinate dei più piccoli passano in un baleno, incontrando i loro personaggi preferiti – tra gli altri la Pimpa e Giulio Coniglio – e autori che narreranno loro storie e poesie. Firme d’eccezione come possono essere Altan, Nicoletta Costa, Giusi Quarenghi, Bruno Tognolini, Andrea Valente, Alessandro Sanna e Pietro Formentini. Oggi (ieri, ndr), ad esempio, Anselmo Roveda sarà a Finale e San Felice mentre Valente proporrà la “Lectio Menestrellis” al Posta di Mirandola. E poi via, verso altri incontri, a Cavezzo con il “Nido di Filastrocche”, San Biagio con le letture animate di Simone Rompianesi e Medolla. In cambio non si chiede nulla, se non un sorriso. Ma con un pallone e una favola tutto diventa davvero più semplice.

Il cantiere della fantasia: Pino Ligabue a San Felice

Ci fa piacere ricordare che Pino Ligabue ci ha anche donato il logo del progetto di ricostruzione della scuola elementare di San Felice, “Adotta un pezzo di futuro“.

L’Inter Campus fa tappa a San Felice

 

About these ads