La vela incantata porta la magia del cinema nella Bassa

Un cinema ambulante che girava l’Italia. Questa era La vela incantata del film che nei primi anni Ottanta realizzò Gianfranco Mingozzi, un regista emiliano doc di Molinella, per la precisione, dove il padre era proprio gestore di una sala cinematografica.

E quale miglior ispirazione per riportare il cinema ambulante in Emilia, alle popolazioni colpite dal sisma?

Proprio così, La vela incantata, si chiama l’iniziativa voluta e realizzata da Arci Emilia-RomagnaCinemovel Foundation, Cineteca di BolognaFondazione UnipolisRegione Emilia-Romagna  (con il supporto tecnico di Fondazione Teatro Borgatti, Microcine, Visual Technology, Cine-mino di Botteghe Riunite San Renato), per dare vita in queste settimane estive alle arene “cineambulanti” nei paesi dove il terremoto ha costretto le persone nelle tendopoli, fuori dalle loro abitazioni.

La vela incantata è un modo per costruire senso nei non-luoghi delle tendopoli: senso di comunità, senso di solidarietà, senso di normalità. Un contributo ad affermare legalità e sicurezza, anche in vista dell’impegnativa fase di ricostruzione.

Il cinema può tutto questo: è visione collettiva, è condivisione d’idee ed emozioni, è una delle abitudini a cui si rinuncia quando un evento sconvolgente come il terremoto trasforma la quotidianità abituale.

[La notizia è tratta dal sito www.fondazioneunipolis.org]

Ecco i prossimi appuntamenti di San Felice: i film verranno proiettati al centro sportivo di via Ferrino a Confine (inizio ore 21:30).

  • Domenica 29 luglio: La kriptonite nella borsa (di Ivan Cotroneo)
  • Giovedì 9 agosto: Arrietty (di Hiromasa Yonebaiashi)

Qui il calendario completo delle proiezioni: La vela incantata.

About these ads