Notizie in rete su San Felice

Cascina: gemellaggio con San Felice sul Panaro attraverso la fotografia
Racconta Rolando Mannucci, presidente del Fotoclub Uliveto Terme: «Ogni anno, nel mese di marzo, è stato piacere di migliaia di fotoamatori e professionisti essere presenti alla manifestazione allestita da Mario Lasalandra per il Magico Carnevale, organizzato dal Photoclub Eyes e che ha letteralmente coinvolto (dal 2002) tutto San Felice, attraendo, da ogni parte, appassionati di fotografia, intenti a ritrarre lo spettacolo ma anche il paese, i cui abitanti hanno sempre dato la massima disponibilità ed accoglienza, con la loro cordialità tutta emiliana. Quale riconoscimento e partecipazione, il Fotoclub Uliveto Terme ha realizzato, in un gemellaggio solidale, una mostra rivelatasi documentativa e particolarmente coinvolgente. Un gesto che, molto apprezzato dai soci del Photoclub Eyes, possa sensibilizzare tutti gli appassionati di fotografia (e non) a porgere il loro aiuto per la ricostruzione dell’Emilia e di San Felice sul Panaro in particolare».

Il quartiere Cesare di Savignano s/R dona mille euro a San Felice

Martina Franca (Taranto): una serata… con l’Emilia nel cuore
Raccolta fondi a Fontevivo (Parma): la Giunta si decurta l’indennità
Andranno alla comunità di San Felice sul Panaro, nel modenese, i fondi raccolti tra i cittadini di Fontevivo per sostenere le comunità colpite dal terremoto.
Raccolta fondi a Varazze (Savona)
Castagnabuona per l’Emilia. Il giorno della festa, il 16 agosto, dalle ore 20 in poi si svolgerà una serata di beneficenza, per raccogliere fondi che saranno destinati ad un progetto di ricostruzione nella località di San Felice sul Panaro, duramente colpita dal sisma.
Visita dell’assessore provinciale di Rovigo Bellan
L’assessore provinciale alla protezione civile Claudio Bellan ha visitato  il “Campo Veneto piscine” di San Felice sul Panaro, in occasione della settimana di gestione concordata con la Regione Veneto.
San Felice e Camposanto tornano a vivere
Viaggio in due dei paesi più colpiti dal sisma che ha sconvolto l’Emilia a 80 giorni dalla prima scossa, tra macerie, cantieri e tanta voglia di normalità.
E infine, un video presente in rete, girato da un cittadino munito di smartphone nei primissimi momenti dopo il terremoto del 20 maggio.
About these ads