Un’iniziativa di solidarietà da Ecobyte Italia

Se sei imprenditore e ami il tuo Paese, la tua terra; se il terremoto ti ha colpito da vicino ma non hai perso la forza di guardare avanti; se hai una rete di contatti e clienti in tutta Italia. Allora può sembrare normale – ma in realtà non è per niente scontato – ideare un’iniziativa di solidarietà che tramie la tua azienda porti un beneficio all’intero Comune, e che ha ricevuto il patrocinio dall’Amministrazione comunale di San Felice.

Ecobyte S.a.s., società di consulenza con sede a San Felice, affiliata a Confindustria Modena, è specializzata da oltre 20 anni in sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro, la qualità e l’ambiente e rappresenta una delle realtà di eccellenza tra le principali società nazionali.

Con l’obiettivo di aiutare la popolazione colpita dal terremoto e ricostruire i simboli di civiltà e storia del nostro Paese, Ecobyte S.a.s. ha lanciato un progetto che prevede di donare allA’mministrazione comunale di San Felice una percentuale del fatturato prodotto dai nuovi contratti stipulati con i migliori clienti Ecobyte che desiderano condividere questa iniziativa nel triennio 2012-2015.

Questa iniziativa è stata concordata con il Sindaco Alberto Silvestri, prevedendo da parte di EcoByte di erogare mensilmente il 10% del proprio fatturato nato dai nuovi contratti che saranno stipulati a partire dal primo luglio.

L’Amministrazione Comunale, tramite la supervisione del Sindaco, deciderà autonomamente su quali progetti convogliare le donazioni ricevute, ad eccezione di eventuali precedenti accordi con EcoByte e/o il suo Cliente che individuano già – di comune accordo – dove canalizzare il denaro frutto delle donazioni.

Le scelte possono essere infatti diversificate affinché ne possano beneficiare:

  • la popolazione colpita dal terremoto residente nel territorio comunale particolarmente disagiata;
  • la costruzione, il recupero e/o il rifacimento di edifici di pubblica utilità (quali l’asilo nido o quello dell’infanzia, le scuole elementari o medie, le strutture sanitarie, etc.);
  • il recupero e/o il rifacimento di beni storici ed artistici (quali la Rocca con il suo castello, il teatro comunale, la chiesa parrocchiale con il suo campanile, il municipio, etc.).

Visualizza il documento dell’accordo tra Comune ed Ecobyte S.a.s., firmato dal nostro Sindaco e dal legale rappresentante dell’azienda Paolo Malaguti, che ringraziamo.

About these ads