[Sfollati] Contributo per l’Autonoma Sistemazione

Modulo per l’assegnazione del Contributo di Autonoma Sistemazione

E’ iniziata oggi la raccolta delle richieste per l’assegnazione dei contributi per l’autonoma sistemazione dei nuclei famigliari sfollati dalla propria abitazione a seguito dei sismi del 20 e 29 maggio 2012.

Scarica qui la direttiva regionale (pdf) che regolamenta l’assegnazione dei CAS.

Come spiegato nella direttiva, tale contributo viene assegnato a coloro che hanno avuto la casa  distrutta in tutto o in parte, che sia stata sgomberata, che si trovi in “zona rossa” o che sia in attesa di sopralluogo per la verifica dell’agibilità.

Si tratta di un contributo pari a 100,00 euro mensili per ogni componente il nucleo famigliare, fino a un massimo di euro 600,00. Casi specifici sono rappresentati da nuclei composti da una sola unità, dai disabili e dagli over 65.

Sono esclusi dall’erogazione del contributo coloro che alloggiano in tendopoli o altre sistemazioni a carico della pubblica amministrazione.

Per accedere a tale contributo è necessario recarsi presso il “punto di ascolto” del Centro Operativo Comunale (COC) di via Casarino 362 (sede della Polizia Municipale) aperto tutti i giorni dalle ore 8:00 alle ore 14:00 e compilare il modulo di richiesta che si trova sul posto o che potete scaricare qui (Domanda contributo CAS).

Occorre portare con sè:

  • documento d’identità
  • codice fiscale
  • ordinanza d’inagibilità (se già notificata)
  • eventuali certificati d’invalidità del richiedente e dei componenti della famiglia (verbale Commissione Medica, documentazione INAIL)
  • numero di c/c bancario e codice IBAN

Per i domiciliati portare anche:

  • contratto di affitto o fatture utenze

Per le badanti:

  • contratto di lavoro

La domanda deve essere presentata, a pena di decadenza, entro 20 giorni a partire da oggi (giorno successivo alla data di pubblicazione della Direttiva sul Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna). La domanda di contributo può essere consegnata a mano o spedita a mezzo posta. In quest’ultimo caso fa fede la data risultante dal timbro dell’ufficio postale accettante.

Disclaimer: i contenuti di questo articolo servono a illustrare la procedura; fanno comunque fede solo ed esclusivamente le informazioni riportate nella Direttiva Regionale (direttiva regionale); per ogni dubbio, invitiamo i cittadini a rivolgersi al “punto di ascolto” del COC.

Annunci