Fabriano per l’Emilia, per ricostruire San Felice

Il 26 settembre 1997 due terribili scosse di terremoto si abbattono sulle Marche e sull’Umbria. Il Comune di Fabriano piange una vittima e registra innumerevoli danni agli edifici e alle abitazioni.

Possiamo ben capire lo stupore di Paolo Bozzoli, consigliere comunale, quando giovedì scorso (19 luglio, ndr) è stato accolto nella Piazza del Comune di Fabriano, come rappresentante del nostro Comune, per una serata di beneficenza a favore di San Felice: già dal 2007 i danni del terremoto di Fabriano sono stati quasi completamente riparati, con il risultato che la città ed il suo centro storico medievale sono tornati a brillare di particolare splendore.

Un buon esempio e un segnale di buon auspicio per il futuro di San Felice, e un filo rosso di solidarietà che collega dunque un Comune che ha subito le conseguenze di un terremoto in un passato recente ad un Comune che si trova oggi in grande difficoltà per lo stesso motivo.

Anche noi Fabrianesi abbiamo vissuto la tragedia del terremoto del 1997 e sappiamo bene cosa vuol dire vivere il disagio che state provando in questi mesi e che, purtroppo, la sua conclusione non sarà breve – si legge nella lettera di invito.  Il nostro Sindaco sa bene cosa significhi l’emergenza terremoto perchè all’epoca era responsabile della Protezione civile comunale.

L’associazione Fabriano Bell@ Eventi è stata creata ad hoc per raccogliere fondi per la ricostruzione post-terremoto in Emilia. In collaborazione con Radio Gold, giovedì 19 luglio è stata organizzata una serata di solidarietà, un evento-concerto condotto da Paolo Notari e Benedicta Boccoli (che tante volte ha recitato nel nostro Teatro), che ha visto protagonisti Pupo, la musica di RadioBand con i The Ladders e Marco Sonaglia, e poi Antonio Del Sordo (chitarra gitana e flamenco) e l’orchestra mediterranea del maestro Michele Pecora, oltre alla partecipazione di Amedeo Goria di RaiSport di ritorno dall’avventura italiana ad Euro 2012.

Durante la serata è stato consegnato al consigliere comunale Paolo Bozzoli un assegno da cinquemila euro, frutto delle donazioni dei cittadini di Fabriano che hanno risposto con grande calore e partecipazione all’iniziativa.

Sappiamo benissimo che è una goccia d’acqua in un mare di problemi, ma, comunque, credo un buon segnale da gente che sta attraversando un periodo di crisi economica senza precedenti – si legge nella lettera dell’Associazione Fabriano Bell@ Eventi.

Gli ingegneri e i tecnici del Comune di Fabriano sono inoltre a nostra disposizione per illustrare il modello di ricostruzione da loro adottato: una preziosa consulenza di cui disporre.

Al sindaco di Fabriano Giancarlo Sagramola e a tutti i cittadini fabrianesi, all’associazione Fabriano Bell@ Eventi, alla Fondazione Cassa Di Risparmio di Fabriano e Cupramontana, a Made in Fabriano, al Comitato enogastronomico del centro storico, al Comitato dei commercianti del centro storico e alla Regione Marche va il nostro ringraziamento.

La locandina dell’evento: Serata a Fabriano.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il video della serata.

Annunci