Comunicato del Sindaco sullo stato dei lavori in centro storico

A settembre sono partiti nuovi lavori di messa in sicurezza degli edifici del centro storico pericolosi per la pubblica via grazie all’approvazione delle spese da parte dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile con ordinanza n. 37 del 10 settembre 2012 del Presidente Errani in qualità di Commissario Straordinario.

Sono cominciati i lavori di consolidamento sulle due torri della Rocca Estense lato nord affidati alla ditta Tondin, impresa che è già intervenuta con successo sulla torre principale lato Sud-Est. Questo permetterà la riapertura del tratto di viale Campi da via Mazzini all’incrocio con via Bergamini e via Circondaria.

Si è conclusa la rimozione delle macerie esterne dell’Oratorio di piazza e sono stati affidati i lavori di realizzazione di opere provvisionali finalizzate alla messa in sicurezza dell’edificio. Queste permetteranno la riapertura del primo tratto di via Molino ed il conseguente rientro in casa negli edifici resi inagibili intrinsecamente.

L’Agenzia Regionale di Protezione Civile ha approvato anche i lavori di messa in sicurezza della Chiesa Arcipretale (Duomo), della Canonica Vecchia, di Torre Borgo, Torre Cadore e Chiesa del Molino. I lavori cominceranno nelle prossime settimane.

Sono stati inoltre approvati i lavori di demolizione di fabbricati sul territorio di San Felice che provocano l’inagibilità di altri edifici civili abitati o pericolosi per la pubblica via. Questo permetterà a coloro che sono in attesa che altri proprietari intervengano di rientrare nelle proprie abitazioni. Questi lavori di demolizione si effettueranno solo in seguito all’ottenimento del consenso dei proprietari degli immobili oggetto dell’intervento. Già realizzati gli interventi in via Scappina Esterna e a San Biagio in via Granarolo.

San Felice sul Panaro, 17 settembre 2012

f.to  Il Sindaco di San Felice
Alberto Silvestri

Annunci

Una risposta a “Comunicato del Sindaco sullo stato dei lavori in centro storico

  1. Pingback: [aggiornamento] Indicazioni di priorità del Comune di San Felice | San Felice, vogliamo ripartire·

I commenti sono chiusi.