Notizie in rete su San Felice

Colpito dal sisma, San Felice riceve i soldi da Cattolica
I comitati Torconca, Ventena e Macanno hanno portato la solidarietà e l’affetto dei cattolichini ai cugini emiliani di San Felice sul Panaro, una delle cittadine più colpite dal sisma del maggio scorso. Una delegazione dei tre comitati, accompagnata dal sindaco Cecchini e dall’assessore Sanchi, è partita sabato pomeriggio alla volta del comune della provincia di Modena, per consegnare le offerte raccolte. Ad accoglierli, il sindaco di San Felice, Alberto Silvestri, e il vicesindaco Giovanni Giovannelli, cui è stata consegnata copia del bonifico, per un valore di 4 mila euro, donato dai comitati, in cui viene specificato, come causale, “contributo per l’acquisto di arredi, banchi e sedie, per il nuovo centro didattico”, che ospiterà, a partire dal 24 ottobre, elementare, materna e asilo nido.
Da: correreromagna.it (copia cache)

Dovadola, la Protezione civile fa festa in piazza
(…) Negli ultimi mesi, i volontari dell’associazione presieduta da Mirko Tedaldi sono stati impegnati per alcune settimane a San Felice sul Panaro, dove hanno collaborato alla mensa da campo allestita nel comune terremotato (e gemellato con la Provincia di Forlì-Cesena) in cui ogni giorno veniva sfornati pasti per circa 450 persone ogni giorno.
Da: forlitoday.it

Un gruppo di volontari a San Felice

Baccanale con il palio tra contrade nel vigneto più grande d’Europa
(…) Nelle corti e in piazza innumerevoli iniziative a sfondo solidale: «La Festa non dimentica chi ha bisogno», ha ricordato il sindaco Carlo Tessari, «per questo saranno molte le iniziative a favore della popolazione di San Felice sul Panaro». C’è il concorso della Crostata d’oro e il mercatino dell’artigianato solidale tanto per fare un esempio. Alle 21, la sesta sfida a colpi di mattarello tra le donne delle contrade: è il senso della «Taiadela fatta con la mèscola», gara che si conclude col tuffo delle tagliatelle in brodo di fegatini e mangiata collettiva con gli Alpini.P.D.C.
Da: larena.it

Beneficenza alla Marcegaglia per aiutare l’Emilia
In totale, 2029 euro raccolti per i terremotati. E 1000 di questi sono stati consegnati sabato in mattinata a San Felice sul Panaro. A raccoglierli, i lavoratori dello stabilimento forlivese della Marcegaglia.
Un piccolo gesto. Che viene da tanti lavoratori che, pur con la crisi che morde i salari, non ci hanno pensato troppo e hanno raccolto oltre 2000 euro per la ricostruzione dell’Emilia distrutta dal sisma. Ognuno ha dato quel che poteva. E ai soldi raccolti con la colletta, si sono aggiunti anche 1000 euro provenienti dal fondo cassa della rappresentanza sindacale unitaria (Rsu), che l’anno scorso non erano stati utilizzati per comprare i panettoni. E sabato, una delegazione di alcuni lavoratori ha preso la strada che conduce a San Felice sul Panaro e ha portato un pezzetto di speranza e tanta solidarietà. Per caricare i 1000 euro di beni, alimentari e non, i lavoratori della Marcegaglia hanno potuto contare sul furgone messo a disposizione da uno degli operai, Giorgio Lombini.
da: forli24ore.it

Foto del cavalcavia di San Felice sul sito del Ministero dell’Interno
A questo indirizzo.

September Fest per l’Emilia
Quando divertimento, amore per la birra e attenzione a problemi grandi e piccini si uniscono nasce la September Fest, tradizionale appuntamento che tra una salamella e una bionda è solito sancire la fine dell’estate. Organizzata dall’Associazione culturale Itaca e arrivata alla diciassettesima edizione la festa si è posta quest’anno un obiettivo ambizioso ed importante: aiutare la ricostruzione delle scuole di San Felice sul Panaro
Guarda il video su rete55news.tv

Donazione di Poste Italiane ai ragazzi della scuola primaria “L.A. Muratori” di San Felice
Nell’ambito di iniziative di solidarietà, la direttrice provinciale di Poste Italiane di Modena, Patrizia Zagnoli, ha donato 465 zaini con kit di cancelleria destinati a tutti i ragazzi delle elementari di San Felice sul Panaro.
La consegna del materiale didattico è avvenuta presso il Centro Estivo della Scuola Elementare di San Felice, in via Fruttabella, alla presenza del sindaco del Comune di San Felice, Alberto Silvestri, della referente del Plesso scolastico, Monia Beltrami, di insegnanti ed educatori, ad una rappresentanza di scolari della scuola primaria “L. A. Muratori”.
Da: bologna2000.com

Una scuola per San Felice sul Panaro: teatro solidale a Breganze domenica 23 settembre 2012
(…) Questa manifestazione rientra nella “Campagna di Solidarietà” per il terremoto nell’Emilia “Una scuola per San Felice sul Panaro”. Le associazioni di volontariato, con il patrocinio e la collaborazione del Comune di Breganze, promuovono una campagna di solidarietà per le popolazioni dell’Emilia colpite dal recente terremoto. I gruppi che aderiscono all’iniziativa hanno scelto di sostenere il progetto del Comune di San Felice sul Panaro dal titolo: “…vogliamo ripartire, ricominciamo dalla scuola” (di questa iniziativa ne avevamo parlato qui).
Da: fitaveneto.it

Terra Sportiva: la pallamano UISP con i bambini di San Felice
È stata una giornata speciale quella che si è vissuta a San felice sul Panaro per oltre 60 bambini under 11 che hanno trascorso una serena mattinata di sport grazie agli operatori  UISP della Scuola Pallamano Modena. Nel bellissimo impianto da calcio appositamente allestito  per l’iniziativa, si  sono ritrovati  per giocare ed apprendere divertendosi  tanti bambini che seguiti  da quattro educatori venuti da Modena hanno potuto  apprendere i fondamentali di questo gioco di squadra e metterli subito in pratica nel divertente quadrangolare finale che ha sancito il giocoso momento di sport.
Da: uisp.it

Serata “Solidando Cantando” con le Associazioni di San Felice
Il Settembre Castellano 2012 dedica la serata di venerdì 14 alla solidarietà, con l’obiettivo di avvicinare sempre di più i cittadini alle associazioni e diffondere maggiormente le buone pratiche del volontariato. Un grande evento organizzato per il secondo anno con tutte le associazioni riunite insieme in piazza per incontrare la città. E questa volta c’è un motivo in più per partecipare alla serata: aiutare le associazioni del Comune di San Felice sul Panaro, con il quale Castel San Pietro Terme ha stabilito un gemellaggio solidale.
Da: comune.castelsanpietroterme.bo.it

Terremoto: è nato il paese di cartone di Casina dei Bimbi
(…) “Una Casina al Poli” prevede l’accoglienza dei piccoli e dei loro famigliari all’interno del poliambulatorio Aesculapio di San Felice sul Panaro, e un allestimento di spazi ludici a loro dedicato, da parte dei volontari e tutor psicologi di Casina dei Bimbi, presenti per l’intero orario di apertura. C’è poi Casina Lab, un progetto mirato ad accogliere i bambini che hanno subito il trauma del terremoto e della perdita della casa.
Consiste nell’allestimento di uno o più spazi-tenda nei comuni che ne hanno necessità e/o ne fanno richiesta , di una o più tende di dimensione 4x10M, con finestre apribili, ventilatori, arredi ludici colorati, materiale cartaceo, pennelli, colori di ogni tipo, materiale da laboratorio (colla a caldo, cucitrici ….), cartoni e scatoloni da recupero.
Da: darvoce.org

Annunci