Presentate le microresidenze per anziani

Oltre 700mila euro per case antisismiche destinate ad anziani soli.
Il progetto, finanziato grazie al contributo di Confindustria Modena, sarà realizzato nel Comune di San Felice sul Panaro.

Ricostruire puntando all’innovazione e creare nuovi modelli di risposta sociale. Queste le basi del progetto dell’Asp (Azienda pubblica di servizi alla persona) dei Comuni dell’Area Nord che prevede la costruzione di unità abitative assistite per anziani disabili parzialmente autosufficienti nei nove comuni della Bassa. Un progetto che, con il contributo di Confindustria Modena e del Gruppo Giovani imprenditori di Modena, a San Felice sul Panaro è pronto a partire.

Le microresidenze, completamente antisismiche, sono gruppi di appartamenti con servizi in comune, realizzati completamente in legno, contigui alle normali aree residenziali: monolocali o bilocali autosufficienti, affiancati a un ulteriore alloggio per l’operatore che deve dare assistenza, in costante contatto con la rete dei servizi di sostegno dell’ente locale. La struttura risponde ad alti standard di sicurezza, sostenibilità e capacità di risposta alle esigenze (anche economiche) del servizio, per una spesa complessiva da mettere in campo di circa 700mila euro. Ed è qui che “la solidarietà si è fatta sentire in modo tangibile, dalle associazioni aderenti al Club dei 15 sono stati raccolti 325 mila euro – commenta Giovanni Messori, direttore di Confindustria Modena -. E altri 240 mila euro arrivano da settanta imprese associate al Confindustria Modena o alle territoriali del Club dei 15”. Il resto, per chiudere i lavori, verde comune e arredi compresi, ce li metterà Confindustria Modena, di tasca propria, mentre tra le adesioni dei privati spicca quella recente arrivata dal gruppo Giorgio Armani Spa, che ha devoluto una cifra considerevole.

Dal sito www.regione.emilia-romagna.it

20130327-103629.jpg

Confindustria: da “Casainsieme” alloggi ad anziani.
A Modena progetto promosso da rete imprese e associazioni.

(ANSA) – MODENA, 26 MAR – Una rete di imprese e associazioni sotto la guida di Confindustria Modena ha dato vita al progetto ‘Casainsieme’ per dotare di alloggi per anziani non autosufficienti la Bassa modenese colpita dal terremoto di maggio. Sono già disponibili per la loro realizzazione fondi per 700.000 euro. Di questi, 350.000 provengono dal ‘Club dei 15’ delle maggiori industrie manifatturiere legate a Confindustria, 240.000 da 70 imprese modenesi mentre Confindustria Modena stanzierà il resto. Negli ultimi giorni anche il Gruppo Giorgio Armani spa ha aderito al progetto. La copertura finanziaria, per ora, garantisce la realizzazione di sei nuclei abitativi; dopo il primo mattone posato a Medolla qualche giorno fa, il prossimo cantiere è in programma a San Felice Sul Panaro. Le strutture per gli anziani sono formate da sei appartamenti di circa 50 metri quadrati per nuclei familiari composti al massimo da due persone. Un alloggio è invece destinato a un operatore dell’assistenza. (ANSA)

Dal sito www.a-realestate.it

20130327-104112.jpg

Advertisements