Workshop del fotografo Castella a San Felice

Domenica 14 aprile il fotografo Vincenzo Castella ha tenuto a San Felice sul Panaro la lezione pratica dell’workshop “La scrittura dell’identità dei luoghi a “partire dalle ossa“. Organizzato dalla Fondazione Fotografia di Modena al lavoro sugli edifici sanfeliciani, hanno partecipato una decina di studenti.

Dal sito della Fondazione
“…Castella concentra il workshop sul concetto di fotografia come documento: partendo da un parallelo con la “tracceologia forense” – disciplina che studia i segni che un materiale registra sulle superfici – analizzerà la fotografia quale strumento in grado di scrivere l’identità di un luogo a partire dall’interpretazione delle tracce in esso lasciate.
Nel corso del workshop saranno presi in esame aspetti legati alla scelta di obiettivi, pellicole e dispositivi di ripresa e, tramite un’esercitazione pratica, verranno considerate le caratteristiche proprie del banco ottico. Finalità del corso è analizzare l’intero processo di produzione di un progetto, dalla definizione concettuale alla realizzazione, per scoprire le potenzialità della fotografia quale straordinario mezzo di decifrazione del mondo.

Vincenzo Castella 1952, Napoli
Vincenzo Castella vive a Milano e dal 1975 usa la fotografia a colori. Nel 1998 inizia a lavorare a una serie di immagini sugli edifici e realizza ipotesi di narrazione visiva sulla complessità del tessuto e dell’intreccio delle città, producendo grandi stampe a colori da film di grande e grandissimo formato. La sua ricerca è basata sull’indagine dei concetti di distanza e dislocazione, a cui si aggiunge una particolare attenzione nei confronti delle possibilità identitarie dei materiali della fotografia. Dal 2006 costruisce installazioni video tratte da grandi negativi fotografici. “Cronache da Milano”, realizzato nel 2007-08, viene presentato ad Art Unlimited – Basel nel 2009. Nello stesso anno realizza “About Town”, sulla relazione tra due quartieri di Amsterdam. I movimenti di lettura della fotografia restituiscono un insieme disambiguo sulle relazioni del visibile e dell’ invisibile nella vita della città.

20130420-110923.jpg

20130420-110946.jpg

20130420-111007.jpg

Annunci