I volti del sisma un anno dopo – I 300 scatti di Oliviero Toscani

dal sito del Corriere della Sera – edizione Bologna del 9 maggio 2013

 

TERREMOTO

I volti del sisma un anno dopo
I 300 scatti di Oliviero Toscani

Il fotografo: «Nei loro occhi una ferita profonda»

 

Uno scatto del backstageUno scatto del backstage

BOLOGNA- «Nei loro occhi si legge quello che è stato rovinato, una ferita profonda che però vuole rimarginarsi per sempre», è il commento di Oliviero Toscani dopo aver immortalato, il 7 e l’8 maggio, i «volti del terremoto» a San Felice sul Panaro, paese cuore dell’Emilia terremotata. Oltre 300 tra pensionati, giovani, vigili, boy scout, professionisti e volontari, si sono messi in fila davanti al set allestito in piazza Matteotti per farsi fotografare. 

RAZZA UMANA – L’iniziativa, che ha visto arrivare da Milano anche il figlio Rocco, fotografo emergente, si chiama «Razza Umana»: «La sua importanza – dice Toscani – è quella di focalizzare l’attenzione sul territorio ma soprattutto sulla comunità, cuore e anima del paese. Credo che debba tornare la semplicità nelle persone e questi soggetti sono perfetti perché nei loro occhi si legge quello che è stato rovinato».

 

Il backstage del set di Oliviero Toscani

 

FOTOINCONTRI – Gli scatti più belli saranno proiettati il 24 maggio alle 21 sulle pareti degli edifici del paese durante la rassegna «Fotoincontri», organizzata dal circolo Photoclub, fino al 26 maggio. I volti immortalati saranno anche protagonisti della mostra «La fotografia non riproduce la realtà, la migliora», allestita per le vie del paese. Tutto il ricavato sarà destinato alla ricostruzione. Soddisfatti gli abitanti di San Felice, il sindaco Alberto Silvestri e il presidente di Photoclub Luca Monelli: «E’ essenziale che non si dimentichi cosa è successo – sottolineano – e la fotografia è il mezzo migliore». Oliviero Toscani dà appuntamento al 24 maggio quando San Felice ospiterà altri fotografi di fama mondiale: «L’Emilia – ha concluso – è una terra bellissima con paesi che incantano e che ha saputo rialzarsi da terribili momenti».

Noemi Bicchiarelli, 09 maggio 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Annunci