Magico e Fotoincontri sul Corriere della Sera

dal sito del Corriere della Sera

 

A UN ANNO DAL TERREMOTO IN EMILIA

Ricostruzione, Colombari testimonial
Un calendario per raccogliere fondi

San Felice sul Panaro trasformato in set per dodici maestri della fotografia e opere appese ai muri

 

Martina Colombari fotografata tra i palazzi distrutti dal terremotoMartina Colombari fotografata tra i palazzi distrutti dal terremoto

BOLOGNA – Martina Colombari immortalata a San Felice sul Panaro tra le macerie del sisma che un anno fa sconvolse l’Emilia: 12 scatti, eseguiti dai maestri della fotografia italiana e non, che a ottobre daranno vita a un calendario 2014 per la ricostruzione. Per tre giorni, dal 24 al 26 maggio, San Felice sul Panaro, uno dei paesi colpiti dal terremoto dello scorso anno, si è trasformato in un set fotografico. Ospiti dodici tra i più importanti fotografi internazionali, 139 manifesti affissi sui muri, mostre, workshop e stand. E oltre 10 mila euro i fondi raccolti per la ricostruzione grazie alla manifestazione «Fotoincontri», creata dal circolo Photoclub Eyes e dal Comune. 

 

Terremoto, scatti d’autore per la ricostruzione

  • I fotografi, che hanno lavorato con il casco protettivo, insieme a Martina Colombari (foto di Claudia Tartarini)
  • I caschi di protezione autografati dai fotografi
  • Martina Colombari tra i palazzi distrutti dal terremoto

 

IL CALENDARIO – Una madrina d’eccezione, Martina Colombari, testimonial (gratuitamente e a sorpresa), del sisma. Invitata dall’art director Settimio Benedusi, la show girl si è resa subito disponibile per la realizzazione del calendario a scopo benefico.

L’EVENTO – Tra le altre iniziative, è stato protagonista il paese stesso. Sui muri sono state affisse 139 foto in formato manifesto scattate dagli artisti ospiti: Gianni Berengo Gardin, Giovanni Cozzi, Chico De Luigi, Franco Fontana, Maurizio Galimberti, Giovanni Gastel, Guido Harari, Gabriele Rigon, Ferdinando Scianna, Toni Thorimbert, Oliviero Toscani e Settimio Benedusi. Alcune copie delle immagini sono state poi autografate e vendute per raccogliere soldi da destinare alla ricostruzione. L’invito ora è quello di scegliere a ottobre il calendario come cadeau per aiutare San Felice e l’Emilia a rialzarsi.

Noemi Bicchiarelli

01 giugno 2013

Annunci