E’ iniziata oggi la settimana “Musica e disabilità”

dal sito della Fondazione Andreoli

Copia di Manifesto_low

 

e dal sito de “La Gazzetta di Modena

La musica al servizio dei disabili

Eventi in tutta la Bassa contro barriere e pregiudizi. Si inizia domani

MIRANDOLA. «Per noi l’integrazione dei diversamente abili è una priorità». Si è espresso così il presidente della Fondazione Scuola di Musica Andreoli sul ciclo di convegni organizzato dalla Fondazione e che, a partire da domani si protrarrà per una settimana, toccando diversi comuni della Bassa. «Nel corso dell’iniziativa – ha proseguito Pignatti – faremo il punto sulla nostra attività e coglieremo l’occasione per confrontarci con tutti. Uno sguardo al passato ed uno al futuro». “Una scuola per tutti” consiste in una sette giorni dedicata al connubio tra musica e disabilità. Convegni, formazione e concerti saranno al centro di questo contenitore. «Copriamo tutte le età, da 0 a 90 anni – dice il direttore della scuola Mirco Besutti – Collaboriamo già con i nidi di Medolla, Mirandola e San Prospero. All’interno della scuola invece seguiamo più di 800 alunni dai sei anni in su. Per le disabilità collaboriamo con insegnanti e neuropsichiatri, per svolgere un lavoro a 360 gradi sui 39 ragazzi che stiamo educando. Per dare un’idea di quello che rappresentiamo basta citare questo aneddoto: con la nostra banda giovanile “John Lennon” ci siamo esibiti in vari paesi d’Europa. Nessuna delle bande con cui abbiamo suonato avevano ragazzi disabili, noi sì. Abbatteremo le differenze con la musica».

La settimana si aprirà alle 9 di domani alla Sala Convegni Aimag di Mirandola. «Nella serata prevista a San Felice, cioè il 12 ottobre al Palatenda, Simona Marchini leggerà la fiaba musicale “Il Pianeta Parlasuonando” – ha spiegato l’assessore alla cultura dell’Area Nord, Antonella Baldini – In diverse serate è prevista anche la visita di diversi complessi europei. L’iniziativa avrà un respiro nazionale ed internazionale».

Sergio Piccinini

Advertisements