UNA NUOVA CASA PER L’AUSER

Una festa non solo per il mondo dei volontari Auser, ma per tutta la comunità di San Felice. Sono stati tanti quelli che, sabato 12 settembre, hanno voluto essere presenti all’inaugurazione della nuova sede intercomunale dell’associazione, nei locali della stazione dei treni di piazza Dante, a San Felice, consegnati da Rete Ferroviaria Italiana in comodato d’uso gratuito al Comune di San Felice sul Panaro e da questi ceduti ad Auser, che a causa dei terremoti del 2012 aveva perso la vecchia sede, in pieno centro storico.
A fare gli onori di casa Gianni Rossi, coordinatore dell’Auser di San Felice sul Panaro, che ringraziando tutti i presenti, ha introdotto Fausto Viviani e Angelo Morselli, rispettivamente presidente regionale e provinciale di Auser, Luca Sabattini, consigliere della Regione Emilia-Romagna, oltre ad Antonella Daniela Carrubba, responsabile Stazioni Emilia Romagna di RFI, e al sindaco di San Felice, Alberto Silvestri.
Nel suo intervento, la Carrubba ha sottolineato: “Questa collaborazione con il territorio è per noi di RFI motivo di orgoglio, si mantiene viva la stazione grazie a un’importante opera di integrazione e riqualificazione”. Il sindaco Silvestri si è invece soffermato sui ringraziamenti ad Auser: “Un’associazione i cui volontari non si sono mai fermati, anche nei momenti più difficili. Questa sede è il modo in cui tutta San Felice li ringrazia”.
Per il Comune di San Felice, presenti anche l’ing. Daniele Castellazzi, responsabile dell’Ufficio Tecnico, e il geometra Marcello Fabbri, che hanno progettato e seguito i lavori della nuova sede Auser.
Con quella di San Felice, si completa il rientro in sedi definitive delle Auser dell’area interessata dai terremoti del 2012.

Advertisements